Fondo e indennizzo per il risarcimento danni da Covid-19 nelle RSA

Fondo e indennizzo per il risarcimento danni da Covid-19 nelle RSA

Il nostro Senior Partner Prof. Marco Capecchi è intervenuto come Relatore al webinar dal titolo “La responsabilità professionale nelle RSA durante la pandemia da SARS COV-2” organizzato da COMLAS, Società scientifica dei medici legali delle Asl, insieme a R. Salvinelli, Sergio Sgambetterra, Clemente Ponzetti, Stefano D’Errico, Giorgio Moroni, Marco Giacomo Gariglio e Vincenza Palermo che ha moderato i lavori.

In relazione alle questioni gravi che le RSA stanno attraverso a causa del Coronavirus, due sono state le proposte emerse nel corso dei lavori per evitare che nei prossimi anni le RSA siano costrette a chiudere a causa dell’onere sui bilanci derivante dalle eventuali richieste di risarcimento per danni alla salute subìti dai degenti ospiti e dalla impossibilità di rinvenire sul mercato polizza assicurative adeguate.

L’intervento dell’Avv. Marco Capecchi ha evidenziato la necessità di istituire di un fondo ad hoc a carico dello Stato per coprire la responsabilità delle RSA ove non fossero accertate responsabilità dirette della struttura e/o del personale.

Il neo- presidente della società scientifica, Prof.ssa Vincenza Palermo ha proposto la costituzione di un sistema indennitario, ispirato a quello francese, che prevede una procedura di liquidazione escludendo la possibilità per il danneggiato di richiesta risarcimento danni in sede civile evitando così il contenzioso o doppio ristoro.

Per una lettura di tutti gli interventi si rinvia al report completo pubblicato su assinews il 5.11.2020 al seguente link

 

Sull’argomento leggi anche:

La responsabilità professionale nelle RSA durante la pandemia da SARS COV-2

Coronavirus e responsabilità sanitaria: quali prospettive di riforma